venerdì 18 aprile 2014

Comunicato stampa per il femminicidio di Giuseppa Corvi

Lo scorso Lunedì 14 Aprile 2014 nella nostra città abbiamo assistito all'ennesima violenza nei confronti di una donna.

Giuseppa Corvi, dopo anni di violenze, era riuscita a dire "no".
Il suo ex marito, con un martello ed un coltello, ha posto fine al suo sogno di libertà.

La libertà di poter decidere per se stessa, la libertà di ricominciare e di riprendere in mano la propria vita, la libertà di allontanare un uomo violento.

La Casa delle Donne di Via Aminale è vestita a lutto da lunedì.

Terni Donne e i Centri Antiviolenza dell'Umbria invitano tutte le donne della città Sabato 19 Aprile dalle 16.00 presso la Casa delle Donne in via Aminale, 22 - Terni per stare insieme, confrontarci, riflettere su quanto accaduto e pensare ad una manifestazione pubblica per la libertà di tutte le donne.

E' arrivato il momento, anche nella nostra città, di guardare in faccia la realtà e capire che la violenza di genere è un fatto da cui nessuno di noi è escluso, e che riguarda tutti. Uomini e donne.

E' arrivato il momento di diffondere una nuova cultura del femminile e del maschile, di rispetto e valorizzazione della diversità. E' il momento di realizzare reali pari opportunità, proporre nuovi linguaggi e una cultura del rispetto dei diritti.

Questo è possibile solo se tutte/i insieme, donne, uomini e istituzioni ripudiamo questa cultura palesemente maschilista e patriarcale.

Terni Donne e i Centri Antiviolenza dell'Umbria condannano pubblicamente il gesto abominevole che ha ucciso Giuseppa Corvi, un gesto di una violenza così enorme e brutale da farci sentire tutte e tutti complici,  un gesto di una crudeltà e di una vigliaccheria raccapricciante.

Il femminicidio non è mai un raptus di follia, una perdita di controllo momentanea: il femminicidio è  l'atto finale e consapevole dell'esercizio di potere che l’uomo e la società esercitano sulla donna. 
E anche il caso dell'assassinio di Giuseppa ci ricorda come in tutti i femminicidi il controllo e il potere siano al centro della relazione squilibrata tra i generi. 

Anche questa volta l'assassino con il suo atto ha voluto privare Giuseppa dell'unica cosa che non gli sarebbe mai potuta appartenere: la sua vita.

Esprimiamo tutto il nostro più sentito cordoglio alla famiglia di Giuseppa, a suo figlio, a tutte le sue amiche e i suoi amici, ai parenti.

A tutte le donne che si trovano in difficoltà diciamo di chiedere aiuto, di rivolgersi ai servizi dedicati ed alle reti territoriali, di non rimanere in silenzio:

Centro Antiviolenza di Terni "Liberetutte"  via Campomicciolo, 1 - 0744288069 - 3423028610
Centro Antiviolenza di Perugia "Catia Doriana Bellini" - Via della Milizia, 4 - Ponte Pattoli - 0755941326 - 3423029409
Telefono Donna:  servizio regionale 800861126 - nazionale 1522    

Associazione Terni Donne - Casa delle donne
Centro Antiviolenza di Terni "Liberetutte" 
Centro Antiviolenza di Perugia "Catia Doriana Bellini" 


Nessun commento:

Posta un commento